Sabato, 22 Novembre 2014 00:00

La scala degli ISO

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

Nella fotografia analogica con gli ISO si indicava la sensibilità alla luce delle pellicole. Maggiore erano gli ISO secondo la scala ISO/ASA maggiore era la sensibilità della pellicola. Una pellicola più sensibile permetteva di avere uno scatto più veloce a parità di luce. In particolare se con 100 ISO potevamo scattare in 1/50 di secondo, a parità di luce ed apertura di diaframma, con una pellicola da 200 ISO è possibile utilizzare una velocità doppia (1/125). Questo permetteva di avere fotografia più nitide in quanto meno mosse anche se più sgranate.  Anche nella fotografia digitale, la sensibilità viene espressa con la scala ISO derivata dalla fotografia analogica. La velocità ISO impostata esprime la sensibilità del  sensore. Come nell’ analogico anche nella fotografia digitale al raddoppiare dell’ISO impostato dimezza il tempo necessario per impressionare il sensore con la luce necessaria a parità di apertura di diaframma. Analogamente alle antenate del digitale però aumentare troppo gli ISO può porta degli inconvenienti, mentre nell’analogico aumentava la sgranatura dell’immagine, nel digitale aumenta il rumore della fotografia. Il vantaggio rispetto alle analogiche è che fra una foto e l’altra è possibile scegliere ISO differenti, mentre con l’analogico occorreva cambiare il rullino. Il rumore fotografico dipende anche dal tipo di sensore montato sulla nostra macchina fotografica Con i sensori CCD ad alta densità di pixel adottati sulle attuali fotocamere digitali compatte, raramente si otterranno risultati validi andando oltre il valore ISO 800 e cosi capita con le fotocamere digitali di medio formato. Le cose cambiano invece, con le più recenti fotocamere digitali di formato APS e Full Frame 24x36mm dove si può arrivare ad utilizzare anche valori ISO altissimi. Come accennato in precedenza la sensibilità ISO può risultare uno strumento indispensabile per rendere le nostre foto nitide. Aumentare gli ISO su una macchina digitale significa che il segnale creato dalla luce che colpisce il sensore è amplificato, ma conteporaneamente viene amplificato anche il rumore. E' vantaggioso aumentare le impostazioni ISO della macchina fotografica nelle situazioni di luce scarsa, come gli interni o gli esterni in condizioni di oscurità o di cielo molto nuvoloso. In circostanze dove non è possibile utilizzare il flash o il treppiedi, è opportuno aumentare i valori ISO per avere tempi di otturazione più veloci. Con tempi di otturazione lenti si corre il rischio che la fotocamera si muova leggermente mentre si scatta la foto, ottenendo così un effetto sfocato,  oppure può succedere che il soggetto si muova durante l'esposizione, provocando così un'immagine mossa. Purtroppo, come introdotto in precedenza, utilizzare valori ISO alti, comporta degli svantaggi. Nella fotografia digitale, aumentando l'ISO si amplifica il segnale elettronico del sensore, ma si amplificherà anche il rumore elettronico di fondo presente nei circuiti della fotocamera, provocando così un'interferenza che distorce il segnale delle immagini e genera un'immagine punteggiata o "rumorosa", raramente bella da vedere.

La scala degli ISO è costituita in modo tale che raddoppiando il valore numerico si raddoppia la sensibilità del sensore alla luce. Se per esempio si raddoppia da ISO 100 a ISO 200 per ottenere la stessa esposizione si dovrà impostare un tempo di scatto dimezzato (due volte più veloce). Ogni volta che si raddoppia il valore degli ISO usando la scala per Stop : 100, 200, 400,800, 1600, ecc. si aumenta di un intero STOP anche l'esposizione. Utilizzare un valore Iso più alto può permettere di utilizzare un diaframma più chiuso, e di ottenere una maggiore profondità di campo, e di sfruttare al meglio la risoluzione dell'obiettivo. Se si usa un cavalletto in ambienti con poca luce è meglio usare i ISO bassi come 100 Iso, così pure quando si usa il flash. Più grandi sono le dimensioni del sensore della fotocamera digitale minore sarà il "rumore". Più grande è la dimensione del sensore più luce cattura e di conseguenza il segnale non avrà bisogno di amplificazione il che significa meno "meno rumore". Raddoppiando il valore di sensibilità ISO la fotocamera digitale sarà due volte più sensibile alla luce e due olte più veloce. Esiste una relazione diretta fra tempo di otturazione e impostazioni ISO. Aumentando il valore ISO, la velocità di otturazione aumenta proporzionalmente. Ad esempio da 1/15 sec a 50 Iso, la velocità di otturazione aumenta a 1/30 sec a 100 ISO, 1/60 sec a 200 ISO, 1/250 sec a 400 ISO. ISO Auto Molte macchine fotografiche hanno l'opzione dell'ISO auto. Quando è selezionata, la fotocamera terrà sotto controllo il tempo di otturazione e se il tempo scende al di sotto del punto in cui si possono verificare vibrazioni della fotocamera (solitamente intorno a 1/30 sec), automaticamente aumenta il valore dell'ISO. Questo vi aiuterà a evitare di scattare immagini mosse, ma potrà anche introdurre rumore. Ricordate che manualmente è preferibile usare ISO bassi se usate un treppiedi, poichè non c'è rischio di vibrazioni e non si produrrà rumore nelle immagini.

 

 

Letto 4123 volte Ultima modifica il Sabato, 22 Novembre 2014 22:29
Altro in questa categoria: « L'otturatore e scala dei tempi

2 commenti

  • Link al commento Din Lunedì, 01 Dicembre 2014 22:56 inviato da Din

    Informazioni interessanti

  • Link al commento http://healthraport.it/ Giovedì, 23 Luglio 2015 10:37 inviato da http://healthraport.it/

    Da tempo non ho incontrato queste cose, divertente da leggere, e,
    in generale, sempre di più, per favore, perché il tempo s
    qui non è sicuramente perso

Devi effettuare il login per inviare commenti

Chi Sono

Un po di biografia

Novità Tecnologiche

Notizie da zmphoto

Concorsi FIAF

Calendario aggiornato concorsi FIAF

Contatti

Clicca qui per contattarci via mail

Corso fotografico

Introduzione alla fotografia digitale

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie essenziali per il funzionamento di questo sito sono già stati impostati .Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra politica sulla privacy .

  Io accetto cookies di questo sito.
EU Cookie Directive Module Information