Sabato, 14 Giugno 2014 00:00

L'apertura del diaframma

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il diaframma si trova all'interno dell'obiettivo ed è composto da una serie di lamelle che si stringono e si allargano a seconda dell'apertura di obiettivo richiesta dal fotografo e serve di fatto a regolare la quantità di luce che deve passare attraverso la lente dell'obiettivo.
La regolazione dell'apertura del diaframma e'un parametro importante per esporre correttamente e personalizzare lo scatto. L'impostazione di questo parametro consente di variare la quantità di luce che il sensore riceve durante il tempo di apertura dell'otturatore. La misurazione di questo parametro e' effettuata tramite dei numeri, preceduti dalla lettera "f", che rappresentano il rapporto tra l'apertura del diaframma e la lunghezza focale dell'obiettivo, minore e' il numero maggiore è l'apertura del diaframma e viceversa. Ad esempio un'apertura di diaframma pari ad f2 è maggiore rispetto ad una apertura f22, ne consegue che a parità di intervallo di tempo con f2 passi una maggiore quantità di luce rispetto a f22. Il valore di apertura massima di diaframma è anche un parametro di certificazione di qualità di una ottica ed identifica la "luminosità" della stessa. Infatti a parità di focale un obiettivo che ha una apertura massima pari a f2 è più luminoso di un pari obiettivo con apertura massima di f4 e ci permetterà di scattare fotografie in luoghi con minore quantità di luce.
Dopo questa breve introduzione tecnica su cosa è il diaframma vediamo come influisce questo su un o scatto di una fotografia.

Profondità di campo in funzione del diaframmaPer una corretta esposizione dello scatto fotografico i parametri che possono influire su di essa sono il tempo di esposizione, l'apertura del diaframma e  l'ISO. Tralasciando l'ISO che ad oggi sulle reflex digitali è divenuto un parametro variabile da poter impostare per ogni singola foto, ma che in passato dipendeva da rullino montato sul corpo macchina,un parametro fondamentale  per impostare correttamente la quantità di luce che deve comporre il nostro scatto è appunto definire la quantità di luce che deve passare nel tempo prescelto di scatto. Come regolare l'apertura dell'obiettivo per esporre correttamente la foto lo affronteremo nel capitolo relativo all'esposizioni, adesso vediamo cosa comporta un data scelta di diaframma.

L'apertura del diaframma e' importante perchè non consente solamente la possibilità di gestione della luce che va ad impressionare il nostro sensore, ma la sua impostazione influisce direttamente anche sulla profondità di campo.

La Profondità di Campo, alla quale dedicheremo una lezione specifica , possiamo definirla quella zona della foto dove tutti i soggetti risultano perfettamente a fuoco e varia al variare della apertura del diaframma. Ad una maggiore apertura corrisponde una minore profondità di campo e viceversa. Questo significa che su un piano orizzontale i soggetti che saranno a fuoco verso l'orizzonte con un apertura ad esempio di f2 avranno una distanza minore se invece impostiamo il diaframma a f22. Questo fenomeno è molto utile nella personalizzazione dei nostri scatti.Infatti se ho un soggetto vicino che voglio isolare dal resto del contesto posso usare un'impostazione molto bassa come f2.8 in modo che lo sfondo sia completamente fuori fuoco. Viceversa se ho soggetti vicini e lontani devo aumentare la profondità  

di campo e utilizzare un valore più alto, ad esempio un f22, stando attento a non incorrere nel problema della diffrazione che potrebbe rendere la mia foto poco nitida. Anche ai valori più bassi è probabile che le nostre foto risultino un po meno dettagliate e nitide che nei valori intermedi del range di apertura di diaframma dell'obiettivo che stiamo utilizzando. Generalmente la maggiore nitidezza si dovrebbe avere un paio di stop sopra il valore minimo e un paio di stop sotto il valore massimo. Questi però sono suggerimenti di buon senso che poi dipendono dalla qualità del materiale che stiamo utilizzando e dall'esperienza sul campo.
 

Letto 2303 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Agosto 2014 21:31
Altro in questa categoria: « La messa a fuoco La profondita di campo »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Chi Sono

Un po di biografia

Novità Tecnologiche

Notizie da zmphoto

Concorsi FIAF

Calendario aggiornato concorsi FIAF

Contatti

Clicca qui per contattarci via mail

Corso fotografico

Introduzione alla fotografia digitale

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie essenziali per il funzionamento di questo sito sono già stati impostati .Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra politica sulla privacy .

  Io accetto cookies di questo sito.
EU Cookie Directive Module Information