• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fotografando news 

Un angolo di Tibet in Toscana 

​Nelle campagne toscane al confine tra le provincie di Pisa e Livorno, più precisamente a Pomaia, si trova l'Istituto Lama Tzong Khapa. L'Istituto Lama Tzong Khapa è il più grande centro buddhista d'Europa, e opera per preservare e trasmettere il buddismo della tradizione Mahayana. Dalla sua fondazione (1976) a oggi, l'Istituto si è sviluppato divenendo uno dei centri più importanti in Europa. In quanto scuola internazionale di studi e pratica buddhisti, con Maestri tibetani residenti, fin dal 1983 ha attratto persone di tutte le età e da tutto il mondo, interessate ad approfondire la comprensione dell'insegnamento di Buddha e della propria natura interiore, attraverso lo studio intenso della filosofia e della psicologia buddhiste.

Lo scopo del Centro è prodigarsi per gli altri. Questo è un Centro internazionale, aperto a tutti, a ogni persona di qualunque etnia, nazionalità e retroterra socio-culturale. E' un luogo dove imparare come liberare la mente dalle concezioni dannose profondamente radicate e come vivere in armonia con gli altri, mettendo la meditazione in pratica nella vita quotidiana.

LAMA THUBTEN YESHE

​Essendo aperto a tutti, io e la mia famiglia ne abbiamo approfittato per visitare il centro come semplici turisti curiosi ed avendo con me la mia fidata reflex ne ho approfittato per fare qualche scatto. L'istituuto svolge le proprie attività in una villa con una torre che la fa assomigliare ad un castello ed è circondata da alcuni ettari di terreno con boschetto e olivi. Nel parco che circonda la villa possiamo trovare templi, stupa, ossia i monumenti reliquiari dove fermarsi a meditare, e ruote della preghiera su cui è impresso il mantra in sanscrito «Om Mani Padme Hum» e persino una statua imponente del Buddha della compassione. 



Buddha della compassione

creato dal premio Oscar Dante Ferretti per Kundun di Martin Scorsese.


Ruota della preghiera

impresso il mantra in sanscrito «Om Mani Padme Hum» (invocazione per alleviare le sofferenze degli esseri senzienti)

Slider
previous arrow
next arrow
Slider

Forum

Inserzioni professionisti
  1. 0post
  2. 0sottocategoria
Tecnica e Composizione
  1. 0post
  2. 0sottocategoria
Recensioni da parte degli utenti
  1. 0post
  2. 0sottocategoria
© 2019 Fotografando di Riccardo Berti. All Rights Reserved.